Automotive
 

Automotive - Domande frequenti

Retrofit LED

Quali sono le possibili applicazioni dei retrofit LED?

Interni:

  • Plafoniera
  • Luce da lettura
  • Cruscotto
  • Vano portaoggetti
  • Vano piedi
  • Bagagliaio

Esterni (solo per uso off road):

  • Luce targa
  • Luce di posizione
  • Luce posteriore
  • Luce portiera
  • Indicatore di direzione

Perché le applicazioni per esterni sono consentite solo off road?

Fino a oggi, per legge, nelle applicazioni per esterni non è possibile sostituire le lampadine tradizionali con i LED. Le uniche eccezioni riguardano i proiettori dotati di LED dal produttore, oppure una sostituzione completa del fanale, che comporta un intervento considerevole sul veicolo.

I prodotti non sono omologati ECE, com'è richiesto per le applicazioni per esterni. L'utilizzo di prodotti senza omologazione ECE in applicazioni per esterni su un'auto determina il ritiro della carta di circolazione e la decadenza della copertura assicurativa.

OSRAM, unitamente ad altri operatori del settore dell'illuminazione, sta sostenendo attivamente la modifica di questo regolamento ECE per consentire l'utilizzo delle nuove tecnologie.

Sul computer di bordo viene visualizzato un messaggio di errore relativo a una lampada guasta, ma la lampada funziona regolarmente.

Alcune auto sono dotate di un cosiddetto "sistema di rilevamento interruzioni" per le sorgenti luminose. Questo sistema controlla la funzionalità delle luci sotto forma di impulsi elettrici. Dato che il consumo dei LED è inferiore a quello delle lampade convenzionali, il sistema di rilevamento può rilevarlo come "guasto".

Nel caso in cui riscontrassi questo errore nel veicolo, consigliamo l'utilizzo dell'unità di controllo LEDriving Canbus di OSRAM.

Fendinebbia LEDriving FOG

Il mio modello di auto non è presente nell'elenco delle applicazioni.

L'elenco delle applicazioni di LEDriving FOG include solo i modelli di auto con opzione integrata "plug and play". Nelle auto non in elenco è possibile installare la lampada apportando le opportune modifiche in fase di montaggio e cablaggio. A breve sarà disponibile un kit per altri modelli di veicoli.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Assistenza tecnica clienti OSRAM (automotive-service@osram.com, linea diretta: +49 89 62 13 33 22).

È legale utilizzare LEDriving FOG su strade pubbliche in Europa?

Il fendinebbia LEDriving FOG è omologato come luce di marcia diurna secondo la normativa ECE R87 e come fendinebbia secondo la normativa ECE R19. È quindi legale installarlo e utilizzarlo come luce di marcia diurna e fendinebbia in Europa.

In Europa è obbligatorio installare e utilizzare il fendinebbia secondo la normativa ECE R48. L'installazione e il collegamento secondo la normativa ECE R48 sono descritti nel manuale allegato.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Assistenza tecnica clienti OSRAM (automotive-service@osram.com, linea diretta: +49 89 62 13 33 22).

Il fendinebbia LEDriving FOG è adatto a veicoli che montano già una luce di svolta?

Verificare la disattivazione della funzione luce di svolta nell'unità di controllo del veicolo. Un funzionamento in parallelo non è possibile.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Assistenza tecnica clienti OSRAM (automotive-service@osram.com, linea diretta: +49 89 62 13 33 22).

Dopo l'installazione è normale ricevere messaggi di errore dall'elettronica di bordo?

A volte, dato il consumo energetico estremamente ridotto di LEDriving FOG, molto inferiore ad esempio a quello dei fendinebbia alogeni, è possibile che dall'elettronica di bordo vengano generati messaggi di errore ("guasto alle lampade"). Per risolvere il problema, suggeriamo di installare un resistore di potenza aggiuntivo. Nella maggior parte dei casi, l'inconveniente può essere risolto da uno specialista.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Assistenza tecnica clienti OSRAM (automotive-service@osram.com, linea diretta: +49 89 62 13 33 22).

Luci di marcia diurna LEDriving LG (DRL102)

Cosa posso fare in caso di problemi di accensione e spegnimento delle luci di marcia diurna?

Assicurarsi di avere una connessione al morsetto 15/accensione.

Controllare inoltre che il cablaggio sia stato effettuato correttamente e in conformità con le istruzioni.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Assistenza tecnica clienti OSRAM (automotive-service@osram.com, linea diretta: +49 89 62 13 33 22).

È legale utilizzare le luci di marcia diurna LEDriving LG su strade pubbliche in Europa?

Le luci LEDriving LG sono omologate come luci di marcia diurna secondo la normativa ECE R87 e come luci di posizione secondo la normativa ECE R7. È quindi legale installarle e utilizzarle come luci di marcia diurna e luci di posizione in Europa.

In Europa è obbligatorio installare e utilizzare le luci secondo la normativa ECE R48. L'installazione e il collegamento secondo la normativa ECE R48 sono descritti nelle istruzioni allegate.

Inoltre, è necessario attenersi alle normative nazionali in materia di installazione e funzionamento (ad esempio per quanto riguarda le luci di marcia diurna o la compilazione dei documenti del veicolo).

Guidare con i fari accesi di giorno

Vale la pena acquistare le luci di marcia diurna?

Le luci di marcia diurna LED OSRAM consumano fino al 90% di energia in meno rispetto agli anabbaglianti. Questo grazie all'elevata efficienza dei diodi luminosi e al fatto che, durante il giorno, non occorre accendere altre luci (luci della targa, luci posteriori, di posizione, del cruscotto).

Inoltre, le luci di marcia diurna LED OSRAM durano molto a lungo (Tc>5000 ore, quasi quanto la durata di un'auto) e non consumano gli anabbaglianti.

Ecco perché acquistare le luci di marcia diurna è vantaggioso, sia per quanto riguarda la sicurezza sia, nel tempo, in termini di risparmio economico.

Cosa prevede la normativa dei paesi dell'Unione rispetto alle luci di marcia diurna?

La Commissione europea promuove una linea di condotta uniforme in merito alle luci di marcia diurna: dal 2011 tutte le automobili nuove devono esserne equipaggiate. Fino a quel momento, nei singoli paesi vigevano norme diverse.

La panoramica seguente fornisce le informazioni sulla situazione a giugno 2009, fonte: ADAC - non si assumono responsabilità sulla correttezza e sulla completezza delle informazioni):

Le luci di marcia diurne erano obbligatorie in ogni stagione in:

  • Bosnia-Erzegovina
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Ungheria*
  • Islanda
  • Italia*
  • Lettonia
  • Lituania
  • Macedonia
  • Montenegro
  • Norvegia
  • Polonia
  • Romania*
  • Russia*
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Svezia

* su autostrade e al di fuori delle zone urbane

Le luci di marcia diurna erano obbligatorie nel semestre invernale in:

  • Bulgaria (dal 1 novembre al 31 marzo)
  • Croazia (dall'ultima domenica di ottobre all'ultima domenica di marzo)

Obbligo limitato delle luci di marcia diurna in:

  • Portogallo - solo sulla IP5 da Vilar Formoso ad Aveiro

Le luci di marcia diurna erano raccomandate in:

  • Francia
  • Germania
  • Svizzera

Le luci di marcia diurna erano vietate in:

  • Grecia (a eccezione dei veicoli dotate di DRL automatiche)

Inoltre, in alcuni paesi (Croazia, Macedonia, Montenegro, Russia, Serbia, Slovacchia e Spagna), era obbligatorio tenere a bordo le lampade di ricambio, raccomandate anche nella Repubblica Ceca, in Francia, Ungheria, Norvegia, Portogallo e Slovenia. In tali casi, i kit di ricambio con le lampade più importanti risultano accessori estremamente pratici.

Per una migliore visibilità diurna non è sufficiente tenere accese le luci di parcheggio, invece degli anabbaglianti?

Assolutamente no!

Si tratta di un'importante questione di sicurezza per tutti gli automobilisti, che devono essere visti il più velocemente possibile dagli altri utenti della strada. Le luci di parcheggio servono a rendere visibile di notte un'auto parcheggiata. Le luci di marcia diurna, invece, devono rispondere a esigenze molto più complesse, per garantire la visibilità in ogni situazione. La luce emessa dalle luci di parcheggio non è abbastanza potente per assolvere a questa funzione; in questo caso servono proprio gli anabbaglianti.

Inoltre, guidare con i fendinebbia accesi di giorno, in assenza di visibilità ridotta, è vietato in quasi tutti i paesi dell'UE!

La diffusione delle luci di marcia diurna rappresenta un rischio per i motociclisti?

Le luci di marcia diurna sono state finora riservate ai motociclisti, per offrire loro una visibilità migliore e, quindi, maggiore protezione. Ecco perché, secondo alcuni, la diffusione generalizzata delle luci di marcia diurna potrebbe peggiorare la situazione attuale.

L'utilizzo delle luci di marcia diurna da parte di automobili e mezzi pesanti, infatti, diminuirebbe la percezione dei veicoli a due ruote, impedendo di vederli tempestivamente. Ricerche approfondite, condotte ad esempio in Bassa Sassonia, hanno evidenziato che l'uso generalizzato delle luci di marcia diurna offre maggiore sicurezza a tutti gli utenti della strada. Infatti, poiché è stato constatato che, in qualsiasi situazione, l'occhio percepisce più rapidamente un veicolo illuminato rispetto a un veicolo non illuminato, oggi anche i motociclisti sono in grado di vedere prima gli altri utenti della strada, con la possibilità di evitare molti incidenti.

L'essenziale è che tutti siano più visibili rispetto a prima e che la visibilità non risulti ridotta per nessun utente della strada. E non è tutto: sono soprattutto gli utenti più indifesi (come i pedoni e gli utenti dei veicoli a due ruote) a essere in grado di individuare più rapidamente i pericoli (le auto).

Perché dovrei utilizzare le luci di marcia diurna?

Le luci di marcia diurna aumentano significativamente la sicurezza e riducono il rischio di incidenti. Il 50% delle persone coinvolte in un incidente automobilistico (una percentuale che sale all'80% in caso di incidente nei pressi di un incrocio) dichiara di non avere visto l'altro veicolo o di non averlo visto in tempo. L'utilizzo delle luci di marcia diurna rende molto più visibili. Secondo uno studio dell'UE, utilizzando le luci di marcia diurna si potrebbero evitare in Europa più di un milione di incidenti, equivalenti a 155.000 feriti e 5.500 morti in meno.

Lampade con rivestimento di colore azzurro

Qual è il vantaggio delle lampade OSRAM COOL BLUE INTENSE?

In aggiunta all'effetto estetico, apprezzato da molti automobilisti, la lampada alogena COOL BLUE INTENSE è migliore anche dal punto di vista fotometrico rispetto alle lampade standard, anche se non raggiunge le prestazioni delle lampade della gamma SILVERSTAR 2.0, che producono fino al 60% di luce in più, o delle lampade NIGHT BREAKER UNLIMITED, che proiettano fino al 110% di luce in più sulla strada.

Per conferire al frontale dell'auto una tonalità azzurra uniforme, OSRAM offre varie luci di parcheggio COOL BLUE INTENSE.

Sono disponibili nella versione COOL BLUE INTENSE le seguenti lampade:

Lampade per proiettori:

  • lampade alogene H1, H3, H4, H7, H8, H11, H15, HB3, HB4, HIR2, H27W/1, H27W/2, W5W
  • lampade a scarica di gas XENARC COOL BLUE INTENSE D1S, D1R, D2S, D2R, D3S, D4S

Lampade ausiliarie:

  • W5W

Qual è il vantaggio delle lampade OSRAM COOL BLUE INTENSE nelle luci di parcheggio?

La lampada W5W è dotata di un rivestimento speciale, che consente di produrre temperature di colore più elevate, creando la percezione della luce azzurra.

Le luci laterali COOL BLUE INTENSE rappresentano un'elegante integrazione delle lampade OSRAM XENARC, XENARC COOL BLUE INTENSE allo xeno e delle lampade alogene COOL BLUE INTENSE, per sottolineare la tonalità azzurra percepita.

Quali tipi di lampade sono disponibili in versione COOL BLUE INTENSE?

Sono disponibili nella versione COOL BLUE INTENSE o XENARC COOL BLUE INTENSE le seguenti lampade:

Lampade per proiettori:

  • Lampade alogene: H1, H3, H4, H7, H8, H11, H15, HB3, HB4, HIR2, H27W/1, H27W/2, W5W
  • Lampade allo xeno: D1S,D1R, D2S, D2R. D3S, D4S

Lampade ausiliarie:

  • W5W

Lampade per proiettori con luminanza più elevata

Qual è il modello più adatto tra NIGHT BREAKER UNLIMITED, SILVERSTAR 2.0 e COOL BLUE INTENSE?

Dipende dalle esigenze e dalle preferenze personali. Gli automobilisti che cercano il massimo delle prestazioni e la migliore visibilità possibile tenderanno a scegliere le lampade OSRAM NIGHT BREAKER UNLIMITED, che emettono fino al 110% di luce in più rispetto alle lampade standard, oppure la gamma di lampade per proiettori SILVERSTAR 2.0, che offrono fino al 60% di luce in più rispetto alle lampade convenzionali.

Gli automobilisti che preferiscono buone prestazioni e visibilità elevata, e amano farsi notare sceglieranno la gamma OSRAM COOL BLUE INTENSE.

Naturalmente, tutte queste famiglie di prodotti sono omologate ECE senza limitazioni e possono essere utilizzate su tutte le strade d'Europa.

Indicatori di direzione con rivestimento

Cosa offre DIADEM in termini di design e durata?

Le lampade DIADEM e DIADEM CHROME offrono un'estetica particolare, introvabile nelle normali lampade a luce arancione. Da spente, le lampade appaiono di colore bluastro o neutro (tipo cromo).

Le lampade DIADEM hanno una durata elevata, fino al doppio di quella delle normali lampade a luce arancione.

Perché le lampade OSRAM DIADEM diventano gialle anche se sono di colore bianco opalescente?

Filtri interferenziali speciali determinano un diverso colore per la luce trasmessa (ambra) rispetto alla luce riflessa (bluastro o neutro).

Le lampade DIADEM DEEP AMBER emettono un colore ambrato molto intenso, che offre un contrasto più elevato durante le ore diurne.

Lampade per proiettori allo xeno

Quali materiali pericolosi contengono queste lampade?

La prima generazione di proiettori con lampade allo xeno (D1 e D2) contenevano mercurio (Hg). La seconda generazione (D3; D4 e D8) ne è priva.

Secondo il mio rivenditore di fiducia, sulla mia auto non posso installare una lampada HID allo xeno, anche se in circolazione ci sono molte auto con lampade allo xeno che inizialmente non le montavano. Posso sostituire da solo le mie lampade attuali con una versione allo xeno?

No, l'utente non può sostituire da solo una lampada alogena per proiettori con un sistema HID allo xeno.

L'utilizzo delle lampade allo xeno è approvato solo con fari allo xeno dedicati. La sostituzione di una lampada alogena con lampada allo xeno è illegale e l'impiego su strade pubbliche comporta il ritiro della carta di circolazione e la perdita della copertura assicurativa.

Qual è il vantaggio del sistema di illuminazione XENARC rispetto alle lampade alogene per proiettori?

Un sistema di illuminazione XENARC fornisce più luce e un'illuminazione della strada molto maggiore rispetto a un sistema alogeno. Inoltre, ha una durata più lunga e una maggiore efficienza rispetto alle lampade alogene.

TRUCKSTAR PRO

Com'è stato tecnicamente possibile ottenere il 100% di luce in più e una durata del 100% maggiore in un'unica lampada?

La tecnologia OSRAM single-coil ("a filamento singolo") è il segreto della gamma TRUCKSTAR. Fino a tempi recenti, limiti fisici imponevano di equipaggiare le lampade 24 V con un filamento doppio. Il doppio avvolgimento del filamento comporta svantaggi significativi in termini di uniformità della densità luminosa e persino della distribuzione del calore all'interno del filamento stesso, con una notevole riduzione della distribuzione della luce e della durata.

Come risultato di un'intensa attività di ricerca e sviluppo, OSRAM è lieta di presentare, in esclusiva, la tecnologia single-coil per lampade a 24 V. Questa innovazione rivoluzionaria rappresenta un grande progresso nella tecnologia dell'illuminazione. Il risultato è un miglioramento significativo della durata e del fascio luminoso per il trasporto su mezzi pesanti: tutto grazie alle lampade TRUCKSTAR PRO.

Le lampade OSRAM TRUCKSTAR PRO possono essere usate in modo universale? Sono omologate ECE?

Tutti i prodotti della gamma TRUCKSTAR PRO soddisfano i requisiti del regolamento ECE R37 e sono omologati per tutti gli usi. Pertanto è possibile sostituire una lampada standard 24 V con la lampada TRUCKSTAR PRO corrispondente, usufruendo all'istante di una luce migliore dalla durata maggiore.

Nella linea TRUCKSTAR PRO sono disponibili anche indicatori di direzione?

OSRAM ha ampliato il proprio portafoglio TRUCKSTAR PRO con diverse fonti di luce per l'illuminazione direzionale.

Queste lampadine offrono maggiore durata e maggiore resistenza alle vibrazioni rispetto alle normali sorgenti luminose a 24 V.

Lampade per proiettori ad alta potenza

L'offerta di OSRAM comprende anche le lampade per proiettori ad alta potenza, come le H4 100/90 W?

OSRAM produce per mercati selezionati lampade alogene standard per proiettori anche nelle versioni ad alta potenza, che però non sono omologate per l'uso su strade pubbliche. Queste lampade posso essere usate solo in veicoli per silvicoltura, agricoltura e industria mineraria, e nei veicoli fuoristrada, come le auto da rally. Utilizzandole sulle strade pubbliche si rischia il ritiro della carta di circolazione e, quindi, della copertura assicurativa.

Gli automobilisti che desiderano proiettori più potenti possono optare per le lampade OSRAM SILVERSTAR 2.0 o, meglio ancora, per le NIGHT BREAKER UNLIMITED. Queste lampade soddisfano i requisiti di legge e offrono fino al 110% di luminanza in più sulla strada, con un fascio fino a 40 m più lungo (rispetto alle lampade standard).

Lampade a lunga durata

La combinazione tra dimensioni del filamento, gas di riempimento rari e alta pressione del gas fornisce tutti i presupposti per una lunga durata.

L'impegno forte di OSRAM verso la qualità elevata delle lampade ULTRA LIFE & XENARC ULTRA LIFE è alla base della garanzia di 3 + 1 anni sulle lampade per proiettori alogene ULTRA LIFE alogene e della garanzia di 10 anni sulle lampade XENARC ULTRA LIFE allo xeno. Entrambe le garanzie sono valide per i consumatori finali solo previa registrazione online.

Ecco come funziona la garanzia.

Lampade per motocicli

È possibile utilizzare su una moto una lampada, ad esempio H7 55W PX26d, pensata per l'auto?

Sì, è possibile: in generale, qualsiasi lampada può essere usata su una macchina o su una moto, se il proiettore è stato approvato per questi tipi di lampade. Ad esempio, se il proiettore è stato approvato per l'utilizzo con la categoria H7 ECE, ogni lampada che soddisfa i requisiti categoria H7 della norma ECE R37 e riporta il marchio E può essere utilizzata per questa applicazione. Esistono alcune categorie ECE esplicitamente pensate per l'uso motociclistico esclusivo, come S1 o S2. Poiché i sistemi dei proiettori per motocicli sono esposti a vibrazioni più elevate rispetto ai sistemi per auto, si consiglia di utilizzare per questi proiettori prodotti dedicati, che siano stati testati per la resistenza alle vibrazioni.

Qual è la differenza esatta tra lampade per auto e per moto?

La differenza è che le lampade per motocicli vengono testate anche in base ai test di resistenza alle vibrazioni NBR Heavy Duty (standard IEC 60810). Mediante questo test aggiuntivo ci assicuriamo che siano in grado di sopportare vibrazioni più elevate, come richiesto dai veicoli a due ruote.

Cosa c'è di così speciale nelle lampade per motocicli?

Queste lampade vengono testate in base ai test di resistenza alle vibrazioni NBR Heavy Duty (standard IEC 60810). Questo standard simula il rumore di fondo causato dal motore e le vibrazioni determinate dal fondo stradale. Il test è stato sviluppato da istituti universitari per simulare le reali condizioni su strada.

Condizioni generali

Cosa significano le diciture riportate sulla lampada?

Le lampade per veicoli OSRAM riportano le seguenti diciture:

  • OSRAM o OS indica il produttore, in questo caso OSRAM.
  • 12 o 12V, 24 o 24V indica la tensione nominale secondo il regolamento ECE n. 37.
  • H1, H4, P21W e così via sono le categorie standard internazionali per le lampade omologate ECE, ad es. 55W indica una potenza nominale di 55W.
  • E1 indica il paese in cui la lampada è stata testata e omologata ("1" per la Germania).
  • Se la lampada riporta la dicitura DOT, significa che è omologata per il mercato USA (solo per i proiettori principali, abbaglianti e anabbaglianti).
  • La maiuscola "U" indica una lampada con contenuto ridotto di UV, secondo i requisiti ECE (ad esempio per proiettori di plastica). Tutte le lampade alogene OSRAM per veicoli soddisfano questi requisiti.
  • Le lampade riportano anche il marchio di omologazione emesso dall'autorità competente (l'ufficio federale della motorizzazione di Flensburg per E1), composto dalla dicitura 37R (E1) più un numero a 5 cifre, o da E1 più un numero a 3 cifre (che può comprendere anche caratteri alfanumerici). Quasi tutte le lampade riportano il codice del produttore, in modo che questi possa rintracciare i lotti di produzione

A causa delle dimensioni di alcune lampade, non è sempre possibile indicare tutte le informazioni. Per legge, le lampade omologate devono riportare il produttore, la tensione nominale, la potenza, i marchi di controllo (ad es. E1) e di omologazione.

Le lampade ausiliarie per il settore automotive devono essere omologate?

In generale, le lampade sostituibili poste all'esterno del veicolo devono essere omologate. Oltre ai proiettori, queste lampade comprendono le luci di segnalazione: indicatori direzionali, luci di arresto, luci posteriori, fendinebbia, luci di parcheggio, di retromarcia e luci della targa. Sono omologate in base ai regolamenti ECE n. 37 e n. 99 (Commissione Economica per l'Europa). Uno dei vantaggi della standardizzazione consiste nel fatto che le lampade possono essere sostituite dai modelli corrispondenti di un altro produttore.

Un altro vantaggio è che non si confondono con altre lampade, evitando di mettere a repentaglio la sicurezza.

Le sorgenti luminose interne al veicolo non necessitano di standardizzazione, ma nella maggior parte dei casi sono conformi alle specifiche standard previste per lampade e attacchi.

Che cosa significano i valori B3 e Tc in rapporto alla durata delle lampade?

Se consideriamo la vita utile di quei prodotti che dovrebbero durare lo stesso tempo, si nota come tutti presentino le stesse percentuali di difettosità.

Se riportiamo la durata delle singole lampade su uno speciale grafico logaritmico, otteniamo la "curva di distribuzione di Weibull".

In un processo produttivo stabile, la durata è indicata da una linea retta, sulla quale si trovano i valori della durata. Per i prodotti del settore automotive, OSRAM specifica un valore B3, che indica il momento in cui il 3% delle lampade testate tende a guastarsi. OSRAM indica anche il valore Tc (valore caratteristico Weibull) che indica il momento in cui il 63,2% delle lampade tende a guastarsi.

In passato si specificava solo il valore medio (la durata media) che, in questo sistema, corrisponde a B50 (cioè il momento in cui il 50% delle lampade tende a guastarsi). Specificando i valori B3 e Tc, è possibile farsi un'idea precisa della durata, e quindi della qualità, dei prodotti.

Negli Stati Uniti si usa anche il valore B10, ricavato dai valori B3 e Tc.

Nei miei proiettori si è formata condensa. È normale? Che cosa posso fare per risolvere questo problema?

Se si guida sotto la pioggia o si utilizza un’idropulitrice ad alta pressione per il lavaggio dell'auto, può capitare che l'umidità penetri nei proiettori; questo tuttavia non costituisce un difetto della lampada.

Dato che può verificarsi durante il periodo di transizione, la formazione di condensa nei fari è considerata normale. Il fenomeno dovrebbe scomparire dopo un breve periodo, come conseguenza della circolazione dell'aria.

Una causa comune della presenza di condensa nelle luci del veicolo è spesso l'utilizzo non corretto di un'idropulitrice ad alta pressione durante il lavaggio del veicolo. Si raccomanda pertanto di non dirigere mai il getto d'acqua sui proiettori e di mantenere una distanza di 30 cm dal veicolo.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Assistenza tecnica clienti OSRAM (automotive-service@osram.com, linea diretta: +49 89 62 13 33 22).

Quali tipologie di guasti riguardano le lampade a incandescenza (alogene) miniaturizzate nelle applicazioni per veicoli (lampade con filamenti di diametro ridotto)?

  • Urti e vibrazioni
  • Temperatura ambiente del proiettore o dell'apparecchio
  • Alimentazione
  • Corrosione del portalampada, con conseguente malfunzionamento del contatto tra i connettori del portalampada e la lampada stessa
  • Altri fattori, tra cui la scarsa qualità o l'errata manipolazione durante il processo produttivo da parte del produttore della lampada, dei proiettori e dell'auto.

Esiste una lampada a incandescenza (alogena) che duri all'infinito?

No.

Secondo le leggi della fisica, non può esistere una lampada simile. Quando la corrente attraversa il filamento, è inevitabile che una parte di esso evapori. Dopo un certo lasso di tempo, il filamento si consuma.

È possibile progettare una lampada a incandescenza che duri a lungo; tuttavia, scendere a compromessi è sempre necessario: in questo caso, l'efficienza luminosa (la quantità di luce generata da una determinata potenza di ingresso) è limitata. È possibile far funzionare il filamento a temperature più basse, oppure usare un filamento più spesso, che impiegherà più tempo a evaporare e a consumarsi.

Elemento essenziale da considerare è la sicurezza. Le lampade che durano molto a lungo non soddisfano i requisiti per i proiettori, perché non generano un flusso luminoso sufficiente a ottenere un diagramma di radiazione soddisfacente.

Come posso fare per ottenere più luce sulla strada rispettando gli obblighi di legge?

Il modo più semplice e conveniente consiste nel sostituire le lampade alogene standard per proiettori con le versioni corrispondenti della gamma SILVERSTAR 2.0 o, meglio ancora, NIGHT BREAKER UNLIMITED. Le lampade per proiettori OSRAM NIGHT BREAKER UNLIMITED proiettano fino al 110% di luce in più sulla strada, con un fascio luminoso fino a 40 m più lungo (rispetto alle lampade standard).

In alternativa, è possibile sostituire l'intero proiettore con un nuovo sistema, progettato per le lampade allo xeno OSRAM XENARC. Questa opzione offre la massima quantità di luce a ogni automobilista. Chiedi al tuo rivenditore di fiducia se la tua auto può essere equipaggiata con queste lampade.

Cosa significa MSCP?

Negli Stati Uniti, le lampade per il settore automobilistico riportano informazioni diverse dalle lampade europee. Sul mercato americano, ad esempio, si indica la corrente assorbita dalla lampada in ampere, anziché la sua potenza. Il flusso luminoso, pertanto, non è indicato in lumen ma in MSCP, che sta per "Mean Spherical Candle Power" (potenza luminosa sferica media).

Per convertire l'MSCP in flusso luminoso, si può applicare la formula seguente: intensità luminosa media in MSCP x 4 x π = flusso luminoso in lumen.

Qual è la differenza tra tensione nominale e tensione regolamentare di test?

La tensione nominale è il valore che deve essere riportato sulla lampada secondo le disposizioni del regolamento ECE R37: nel nostro caso 12 V o 24 V.

La tensione di test, anch'essa definita nel regolamento ECE R37, rappresenta la tensione per la quale la lampada è stata progettata e il valore in corrispondenza del quale devono essere soddisfatte tutte le norme pertinenti.

Ad esempio, la tensione di test è 13,2 V per le lampade per proiettori, 13,5 V per le lampade ausiliarie e 28,0 V per le lampade nei sistemi a 24 V.

Le lampade OSRAM per veicoli devono essere riciclate?

Le lampade per veicoli tradizionali, come quelle per gli indicatori di direzione, le luci di arresto, le luci posteriori e per l'interno dell'auto, non contengono sostanze dannose per l'ambiente, e quindi non richiedono misure speciali di smaltimento. La stessa cosa vale per le lampade alogene per proiettori.

Le lampade allo xeno e le lampade fluorescenti miniaturizzate (usate ad esempio per l'illuminazione degli autobus e dei cruscotti) contengono mercurio (circa un millesimo di grammo per lampada), pertanto devono essere smaltite correttamente.

Nel caso delle "luci elettroniche", i componenti elettronici, come ad esempio gli alimentatori, devono essere smaltiti come rifiuti elettronici.

In Germania, OSRAM è parte del sistema Dual System. L'imballaggio dei prodotti OSRAM è contrassegnato dal simbolo "Grüner Punkt" (Punto Verde), e i prodotti vengono smaltiti nei cassonetti Dual System.

Perché le lampade per proiettori devono avere emissioni UV ridotte?

Sempre più lampade per proiettori sono realizzate con componenti di plastica, per risparmiare peso e costi, soprattutto nel caso dei diffusori trasparenti dei proiettori. L'effetto delle radiazioni UV emesse dalle sorgenti luminose o dal sole sulla plastica trasparente è ben documentato; con il tempo, la plastica si ingiallisce e indebolisce, un processo accelerato dalle alte temperature del materiale.

Le lampade OSRAM con tecnologia UV-Filter sono conformi alle disposizioni previste dal regolamento ECE R37 (fatta eccezione per le lampade per fuoristrada) in materia di limiti UV, e possono quindi essere utilizzate senza restrizioni nei proiettori di plastica.

Questa caratteristica è indicata sull'imballaggio dal simbolo "UV FILTER". Sulla lampada compare la lettera "U". Tutte le lampade alogene OSRAM per proiettori sono UV-Filter.