OSRAM Website

OSRAM Main Navigation

La sostenibilità in OSRAM

Global Care – il nostro impegno sociale ed ambientale

Progetti OSRAM

Straordinari progetti in tutto il mondo.

OSRAM

Lampade fluorescenti

BIOLUX
Benessere con BIOLUX
Espandere

E' possibile aumentare il benessere legato alla permanenza in un ambiente illuminato con lampade fluorescenti utilizzando lampade fluorescenti BIOLUX ?

Numerose ricerche mediche dimostrano che l'utilizzo della luce in quantità e qualità sbagliate può causare negli esseri umani mutamenti fisici e somatici.
 
E' altrettanto dimostrato che la luce ben dosata e con appropriata distribuzione spettrale, alimentata elettronicamente, può generare relax e benessere.
 
OSRAM BIOLUX è una lampada che nell'interezza equilibrata delle caratteristiche, risponde a questi requisiti; utilizzata con un sistema di alimentazione elettronico permette di ottenere un'illuminazione "naturale", che non genera affaticamento e produce un generale senso di benessere.
 
Per ulteriori informazioni sulle lampade BIOLUX vedi il catalogo online.

FH_FQ
Controllo della luminosità
Espandere

Le lampade L 40W/21DS e L 65W/21DS per il controllo della luminosità sono ancora disponibili, oppure esistono modelli alternativi?

No, le lampade di questo tipo, prodotte nei primi anni '80, del diametro di 38 mm e dotate di una lamina di accensione sono state sostituite dalle lampade T 8 (26 mm) abbinate ad alimentatori elettronici dimmerabili che possono essere controllati ottimamente nell'intervallo del flusso luminoso che va dal 100 all'1%. Gli alimentatori elettronici dimmerabili sono apparecchi monopezzo completamente elettronici che permettono la massima facilità di conversione. Il vantaggio risiede nel fatto che in questo caso possono essere utilizzate le normali lampade T 8 (26 mm) al posto delle costose lampade speciali.

Differenza tra le lampade FH e FQ
Espandere

Qual è la differenza tra le lampade fluorescenti T 5 (16 mm) di tipo FH e FQ?

Le lampade FH o HE possiedono un'efficienza luminosa estremamente elevata, fino a 104 lm/W. Le lampade FQ o HO possiedono un elevato livello di emissione di lumen, fino a 7000 lm. Le lampade fluorescenti lineari T 5 (16 mm) sono disponibili in quattro diverse lunghezze e sono più corte di 5 cm rispetto alle lampade T 8 (26 mm) nelle diverse lunghezze (55, 85, 115 e 145 cm). Le lampade FH e FQ hanno cioé la stessa lunghezza con diversi livelli di potenza (vale a dire la stessa lunghezza di 115 cm per le lampade FH 28W e FQ 54W).
Le lampade FH (da 14 a 35 W) possiedono un'elevatissima efficienza luminosa con valori che arrivano fino a 104 lm/W, mentre le lampade FQ (da 24 a 80 W) possiedono un maggiore livello di potenza ed un maggiore flusso luminoso per l'illuminazione diretta e indiretta, locali di notevole altezza e per l'illuminazione industriale. Le lampade FH possono essere utilizzate per l'ufficio e per un buon design architettonico con un'elevata efficienza energetica. Le lampade FQ vengono quindi utilizzate ove è necessario disporre di un elevato flusso luminoso: l'efficienza luminosa delle lampade FQ si aggira infatti sui 90 lm/W.
L'utilizzo del tipo FH o FQ dipende dal tipo di impianto e di apparecchio di illuminazione.
 
Le lampade FQ sono particolarmente indicate per l'illuminazione diretta/indiretta, locali di notevole altezza e per l'illuminazione industriale. Le lampade FH possono essere utilizzate per l'ufficio e per un buon design architettonico con un'elevata efficienza energetica.

Gas nelle lampade fluorescenti
Espandere

Quale gas contengono le lampade fluorescenti? (trasporto - merci pericolose)

Le lampade fluorescenti sono generalmente riempite con argon, un gas inerte, oppure con una miscela di argon, neon e krypton. Inoltre, parte del mercurio necessario per la generazione di radiazioni è sotto forma di vapore, mentre in condizioni normali la maggior parte di esso è in forma liquida. Di conseguenza le lampade fluorescenti sono soggette a particolari leggi di smaltimento nel settore commerciale. Per quanto riguarda l'uso domestico, nel marzo 2006 è entrata in vigore nell'UE la direttiva RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche).

Lampade fluorescenti trifosforo
Espandere

Cosa si intende per "lampade fluorescenti trifosforo", e a quali tipi di lampade si riferisce?

Le "lampade fluorescenti trifosforo" rappresentano attualmente lo standard nell'uso quotidiano, e vengono offerte da OSRAM con il marchio LUMILUX. In questo caso la luce viene prodotta da tre rivestimenti al fosforo, la cui combinazione genera una luce bianca di elevata qualità.

827 2700 K INTERNA
830 3000 K Warm White
835 3500 K White
840 4000 K Cool White
865 6500 K Cool Daylight
880 8000 K SKYWHITE

 

Riduzione della percentuale di radiazioni UV
Espandere

Di quanto si riduce la percentuale di radiazioni UV se una lampada COLOR control L58W/940 UVS viene sostituita con una lampada L 58W/940?

Il tubo filtrante blocca il 99% delle radiazioni UV.

Tipo L 40/79K
Espandere

Esiste la lampada L 40/79K?

Sì, è una lampada speciale per solarium.

General infromation on fluorescent lamps
Applicazione parcheggio sotterraneo
Espandere

Quali lampade fluorescenti possono essere utilizzate per illuminare i parcheggi sotterranei, dove le lampade vengono frequentemente commutate?

Si consigliano gli apparecchi di illuminazione a lampada singola con copertura (apparecchi di illuminazione stagni) per lampade fluorescenti da 58 W con alimentatore elettronico idoneo per l'avvio a caldo.
Come alimentatore elettronico si consiglia l'apparecchio QTP 8 1x58 di OSRAM, appositamente studiato per abbinarsi alle proprietà della lampada e per la commutazione frequente. Oltre alla scelta della lampada, dell'apparecchio di illuminazione e dell'alimentatore elettronico, ci si dovrà anche sincerare che ciascun ciclo di illuminazione non duri meno di 10 minuti (meglio ancora 15 minuti). Questo perché, dopo l'accensione della lampada, gli elettrodi richiedono un certo periodo di tempo per il cosiddetto free-burning.
 
L'uso di un alimentatore elettronico dimmerabile (interfaccia 1 - 10 V) si rivela ideale. In questo caso la lampada funziona nella cosiddetta "posizione di spegnimento" con un flusso luminoso dell'1% con morsetti di controllo cortocircuitati; quando la lampada viene accesa i morsetti di controllo si aprono, e il relativo flusso luminoso è pari al 100%. Ciò significa che i morsetti di controllo vengono utilizzati per la commutazione. Il vantaggio di questa modalità operativa è che gli elettrodi della lampada sono mantenuti sempre alla temperatura di emissione sufficiente. Lo svantaggio è invece il consumo di energia del 13% circa anche durante la cosiddetta "posizione di spegnimento", a causa del continuo preriscaldamento degli elettrodi.
Le soluzioni descritte sono notevolmente migliori della modalità operativa con bobina/starter per quanto riguarda la durata delle lampade, ciononostante il funzionamento a breve termine comporta la riduzione della durata della lampada, che rimane comunque entro limiti ragionevoli con la modalità operativa descritta con alimentatore elettronico.

Assorbimento dei raggi UV di una lampada a luce nera
Espandere

Si deve montare una lampada a luce nera in un apparecchio di illuminazione. Quanta radiazione UV assorbe la copertura?

L'assorbimento della radiazione UV dipende molto dal materiale, per cui non è purtroppo possibile fare affermazioni generiche in tal senso. Si dovrà quindi chiedere direttamente al produttore dell'apparecchio di illuminazione.

Brillantezza delle lampade fluorescenti
Espandere

Perchè le lampade fluorescenti continuano a brillare tutta la notte anche se sono spente?

Non necessariamente le lampade fluorescenti si comportano in questo modo. Dipende dall'apparecchio di illuminazione: se dopo lo spegnimento è presente un potenziale rispetto alla zona circostante, gli atomi di mercurio si eccitano e producono radiazioni UV, le quali, come avviene anche in altri casi, vengono convertite in luce visibile grazie al fosforo. Non è quindi dovuto a un effetto di accumulazione!

Cicli di commutazione
Espandere

Come vengono definiti i cicli di commutazione per le lampade fluorescenti / lampade a scarica?

I cicli di commutazione per le lampade a scarica sono:

Tipo di lampada Ciclo di commutazione Note
Lampade fluorescenti 3 ore (2 ore 45 min accese, 15 min spente). IEC
  12 ore (11:30 accese, 00:30 spente). In fase di preparazione

 

Le lampade utilizzate nelle applicazioni industriali si basano sempre più su cicli di commutazione di 12 ore (11 ore accese, 11 ore spente); la preparazione dei dati di OSRAM sulla durata economica della gamma di lampade è in corso.

Circuiti tandem
Espandere

E' possibile utilizzare lampade fluorescenti e /o compatte in circuiti tandem? Se sì con quali tipi?

Sì, il funzionamento in un circuito tandem o in alternativa in circuito seriale, è possibile quando la tensione di funzionamento della lampada è inferiore a ¼ della tensione principale.
 
I seguenti tipi di lampada sono ammessi nell'impiego in circuiti tandem:

Lampade fluorescenti:

T5 L4W L6W L8W
T8 L16W    
T8 L20W L18W  

 

Lampade fluorescenti compatte/DULUX :

DULUX S 5W 7W 9W

 

Circuito tandem
Espandere

Le lampade fluorescenti possono essere utilizzate anche per ambiti di utilizzo a breve termine, ad esempio nell'illuminazione di vetrine di negozi con brevi sequenze in singoli segmenti o per gli orologi?

Le lampade fluorescenti e le lampade fluorescenti compatte sono state progettate per una maggiore durata di funzionamento per ciascuna commutazione; tempi di accensione più brevi comportano quindi una minore durata della lampada. Questo effetto può essere in parte arginato con un alimentatore elettronico idoneo di elevata qualità. Non è possibile dare consigli generici, in quanto ciascun caso possiede diverse specifiche o preimpostazioni d'uso (ad esempi diversi tempi di accensione e spegnimento).

Collegamento dello starter
Espandere

Come è collegato lo starter alla lampada fluorescente?

Il relativo schema elettrico è riportato alla fine del Capitolo 4 del catalogo "Lighting Program".

Colore della luce 19
Espandere

Le lampade fluorescenti per la comparazione dei colori con denominazione 19 Daylight 5000 de Luxe, vengono ancora installate negli impianti. Quale colore della luce può essere ora utilizzato?

Per il processo di comparazione dei colori OSRAM propone la lampada COLOR proof (5400 K) conforme alla norma D50.

Colore della luce 23
Espandere

Cosa significa "colore della luce 23"?

L'espressione corrisponde al colore della luce delle lampade fluorescenti ad alofosfati (BASIC), pari a 3500 K. Per motivi storici questo colore della luce viene preferito in Gran Bretagna, nonostante anche qui la tendenza vada verso lampade con un colore della luce di 4000 K.

Colore della luce 26
Espandere

Cosa significa "colore della luce 26"?

L'espressione corrisponde al colore della luce delle lampade fluorescenti trifosforo (LUMILUX), pari a 3500 K. Per motivi storici questo colore della luce viene preferito in Gran Bretagna, nonostante anche qui la tendenza vada verso lampade con un colore della luce di 4000 K.

Colore della luce 36
Espandere

Anche OSRAM propone lampade fluorescenti con denominazione del colore della luce 36. Qual è il modello che le sostituisce?

Sono le cosiddette lampade NATURA, ora disponibili con caratteristiche migliorate con denominazione del colore della luce 76. Le lampade di questo genere sono intese per l'uso professionale e sono state specificamente messe a punto per l'illuminazione di drogherie.

Colore della luce 62 GIALLO
Espandere

Quali sono i consigli di utilizzo per il colore della luce 62 GIALLO?

Il colore giallo della lampada è ottenuto insieme a un tubo giallo, il quale non solo filtra ottimamente le radiazioni al di sotto dei 500 nm, ma possiede contestualmente anche una funzione protettiva. La durata media della lampada è di 10.000 ore. Il motivo di questa limitazione è dato dall'invecchiamento del materiale del tubo (depolimerizzazione) a seguito del carico termico e delle radiazioni UV, i quali influiscono direttamente sul materiale.

Colori della luce daylight white
Espandere

Quali colori della luce delle lampade fluorescenti OSRAM sono propri anche delle lampade daylight?

Secondo la norma DIN 5035 e la Commissione internazionale per l'illuminamento CIE, il gruppo delle cosiddette lampade fluorescenti daylight white comprende quelle lampade dalla temperatura del colore > 5000 K. La linea delle lampade daylight white comprende le seguenti lampade:

Colore della luce 765 ca. 6500 K Lampada BASIC
Colore della luce 954 ca. 5400 K LUMILUX DE LUX
Colore della luce 865 ca. 6500 K LUMILUX
Colore della luce 965 ca. 6500 K LUMILUX DE LUX
Colore della luce 880 ca. 8000 K LUMILUX SKYWHITE

 

Il colore della luce 965 può essere considerato come il colore della luce più o meno standardizzato D65.

Colori della luce negli uffici
Espandere

Le lampade fluorescenti con colore della luce BIOLUX (6500K) possono essere utilizzate anche nell'illuminazione per uffici?

A causa della bassa efficienza di questa lampada rispetto alle lampade LUMILUX e LUMILUX DE LUXE, si consiglia di non farlo. In ogni caso si dovrà tener conto di un flusso luminoso molto minore durante la sostituzione delle lampade e la verifica del livello minimo di illuminazione.

Colori della luce per la comparazione dei colori
Espandere

Quali colori della luce delle lampade fluorescenti possono essere utilizzati per il processo di comparazione dei colori?

Per il processo di comparazione dei colori OSRAM propone la lampada COLOR proof con un'intensità luminosa di Ra 98 ed un colore della luce di 5300 K (norma D50).

Durata delle lampade fluorescenti
Espandere

Quanto durano le lampade fluorescenti?

La specifica relativa alla durata media afferma che il 50% delle lampade utilizzate si guasta spesso al valore indicato, per cui il test deve essere effettuato in condizioni standard. Per le lampade fluorescenti, ciò significa principalmente funzionamento alla tensione nominale e alla temperatura ambiente di 25° C, commutazione almeno 8 volte ogni 24 ore (frequenza di commutazione 165 minuti accesa, 15 minuti spenta).
Inoltre viene spesso utilizzato il concetto di durata economica, e nel senso stretto del termine questa specifica si riferisce quindi solamente ad un impianto comprendente più lampade. La durata economica si ottiene quando il flusso luminoso scende al di sotto del limite dell'80% nell'impianto. Essa è il risultato di due fattori: il guasto della lampada e la riduzione della luce. La riduzione della luce nelle lampade fluorescenti dipende molto dal fosforo e dal suo invecchiamento, oppure dalla tecnologia di rivestimento. Differenze di maggiore entità si ritrovano nei colori della luce BASIC e nelle lampade al trifosforo rivestite LUMILUX (lampade fluorescenti trifosforo con tecnologia monostrato).
Naturalmente anche la modalità di funzionamento influisce notevolmente sulla durata economica della lampada. Valori maggiori vengono raggiunti adottando un alimentatore elettronico (alimentatore elettronico idoneo per l'avvio a caldo) al posto dell'alimentatore convenzionale. I valori che seguono si riferiscono ai principali tipi di lampada:

Lampada Alimentatore Durata media (mortalità del 50%) Durata utile (flusso luminoso dell'80%)
BASIC T8 (26 mm)
Colori della luce BASIC
(10 - 58 W)
CCG 13,000 5.000
LUMILUX T8 (26 mm)
(10 - 58 W)
Alimentatore elettronico 20.000 18.000
BASIC T12 (38 mm)
(20 - 65 W)
CCG 10.500 4.500
LUMILUX T5 HE (16 mm)
FH (14- 35 W)
LUMILUX T5 HO (16 mm)
FQ (24 - 80 W)
Alimentatore elettronico 24.000 18.000
LUMILUX T5 (16 mm)
(4 - 13 W)
Alimentatore elettronico 7.000 5.000
BASIC T5 (16 mm)
(4 - 13 W)
CCG 5.000 2.500
LUMILUX T5 FC (16 mm)
(22 - 55 W)
Alimentatore elettronico 16.000 9.000
LUMILUX T2 (7 mm)
(6 - 13 W)
Alimentatore elettronico 8.000 6.000

 

 

Note:

LUMILUX (lampade fluorescenti trifosforo con tecnologia monostrato)
BASIC (lampade fluorescenti ad alofosfati)

 

 

Funzionamento a 60 Hz
Espandere

Le lampade fluorescenti possono funzionare anche a 60 Hz?

Sì, in combinazione con il corrispondente alimentatore convenzionale, oppure con l'alimentatore elettronico idoneo per il funzionamento a 60 Hz.

Funzionamento a breve termine
Espandere

Le lampade fluorescenti possono essere utilizzate anche per ambiti di utilizzo a breve termine, ad esempio nell'illuminazione di vetrine di negozi con brevi sequenze in singoli segmenti o per gli orologi?

Le lampade fluorescenti e le lampade fluorescenti compatte sono state progettate per una maggiore durata di funzionamento per ciascuna commutazione; tempi di accensione più brevi comportano quindi una minore durata della lampada. Questo effetto può essere in parte arginato con un alimentatore elettronico idoneo di elevata qualità. Non è possibile dare consigli generici, in quanto ciascun caso possiede diverse specifiche o preimpostazioni d'uso (ad esempi diversi tempi di accensione e spegnimento).

Illuminazione è più adatta per una cultura di corallo
Espandere

Quale illuminazione è più adatta per una cultura di corallo?

I coralli duri hanno bisogno di molta luce, oltre 15.000 lux!

I coralli morbidi colorati solo 500 - 1000 lux.

Tipo di lampada consigliata: fluorescente o HQI

Lampade con basse radiazioni UV
Espandere

Quale lampada fluorescente di OSRAM possiede un bassissimo livello di radiazioni UV?

La quantità di radiazioni UV delle lampade fluorescenti normali è di per sé molto bassa, in quanto una piccolissima parte delle radiazioni UV raggiunge la parte esterna grazie alle proprietà selettive e assorbenti del fosforo all'interno del tubo di vetro; non si prevedono problemi di salute nemmeno con valori superiori di luminanza e con lunghi periodi di esercizio, in particolare grazie alla distanza, solitamente considerevole, tra la(e) lampada(e) e le persone e/o i materiali. Tuttavia, per alcuni materiali critici come le fotografie, ecc., ciò rappresenta un vantaggio grazie a tempi di esposizione alle lampade fluorescenti, di solito relativamente lunghi, con una bassissima percentuale di radiazioni UV. 

Lampade con tubo protettivo, protezione contro le schegge
Espandere

La gamma OSRAM comprende anche lampade fluorescenti con tubo protettivo adatte in certi settori dell'industria di lavorazione alimentare?

Sì, il cosiddetto SPLIT control (SPS) con il quale viene montato sulla lampada un ulteriore tubo protettivo che trattiene le varie parti della lampada stessa (parte in vetro, ecc.) se questa si rompe a causa degli influssi meccanici. In questo modo si evita che le parti della lampada cadano dall'apparecchio di illuminazione.

Lampade fluorescenti in/per gli Stati Uniti
Espandere

Esistono lampade fluorescenti comparabili utilizzabili sia in Europa che negli Stati Uniti?

Essendo uno sviluppo europeo (HE, HO), il nuovo sistema delle lampade fluorescenti lineari T 5 (16 mm) è anche disponibile negli Stati Uniti, dove si integra alla perfezione con i sistemi esistenti.
 
D'altro canto, no vi sono accordi per le lampade T 12 (38 mm) e T 8 (26 mm) in quanto, a causa della diversa tensione di rete esistente (120 V/60 Hz, 277 V/60 Hz), negli Stati Uniti vengono adottati altri tipi di impianto con altri tipi di lampade.

Maggiore durata spegnendo
Espandere

Quale effetto hanno cicli di accensione/spegnimento sulla durata delle lampade fluorescenti?

Un'apposita normativa IEC specifica che la durata minima dei cicli di accensione e spegnimento che deve essere rispettata per ottenere il 100% della durata nominale:

165 minuti di accensione
15 minuti di spegnimento
 
Un sistema di illuminazione con lampade fluorescenti non dovrebbe essere spento quando il tempo di interruzione è inferiore ai 10 - 15 minuti.

Radiazione
Espandere

Le lampade fluorescenti hanno nella loro composizione spettrale lunghezze d'onda comprese tra gli 800 e i 900 nm?

Alle normali temperature ambiente comprese tra 20 e 40°C
In queste condizioni le lampade fluorescenti T8 arrivano rapidamente a generare una scarica stabile in vapori di mercurio con la caratteristica lunghezza d'onda intorno ai 1040 nm.
 
Man mano che si riduce il diametro del tubo, ad esempio nella tecnologia T4 delle DULUX EL, la stimolazione dell'argon tende ad essere maggiore ed è quindi necessario un periodo di accensione più lungo per arrivare alla "pura" scarica in mercurio. In questo processo si verifica un'immissione spettrale con componenti compresi tra 800 e 900 nm.
 
Temperature inferiori ai 20°C, in particolare temperature sotto zero
In questo caso, come in quello già segnalato del ridotto diametro del tubo, l'argon rimane stimolato per un periodo più lungo o addirittura in modo permanente e vi sono quindi componenti nell'immissione spettrale con lunghezze d'onda tra 800 e 900 nm.
 
La quantità di immissioni infrarosse emesse dipende naturalmente dal tipo di lampada, ma alle basse temperature, dopo l'accensione, rimane sempre, per periodi che variano di durata, un livello più o meno elevato di emissione a 800-900 nm tipica dell'argon.

Riduzione del carico termico delle lampade fluorescenti
Espandere

Come si può ridurre il carico termico delle lampade fluorescenti?

Con apparecchi di illuminazione appositamente progettati per permettere una convezione sufficiente.

Riduzione della percentuale di radiazioni UV
Espandere

Di quanto si riduce la percentuale di radiazioni UV rispetto alla lampada L 58 / 22- 940 utilizzando una lampada L 58 / 22 - 940 UVS?

Il tubo filtrante blocca il 99% delle radiazioni UV.

Temperatura della lampada
Espandere

Quali temperature si possono verificare sulle lampade fluorescenti di nuova generazione T 8 (26 mm) e T 5 (16 mm)?

I seguenti valori rappresentano i valori limite (valori massimi) di temperatura del bordo dell'attacco che i produttori di apparecchi di illuminazione devono rispettare:

  T 8 - lampada fluorescente fino a 36 W 120° C
T 8 - lampada fluorescente fino a 58 W 140° C
T 5 - lampade fluorescenti 120° C

 

I valori di temperatura citati relativi al bordo dell'attacco sono valori di sicurezza.
 
Qui di seguito vengono citate inoltre diverse temperature per le lampade fluorescenti a luce diffusa:

Lampada Centro lampada °C Zona dell'elettrodo °C
T8 / L36W 45...55 100...120
T8 / L58W 50...65 110...130
T5 / FH 28W 40...60 160 (200...250 *)
T5 / FQ 54W 50...70 160 (200...250 *)

 

* Temperature che si verificano quando le lampade funzionano con alimentatori elettronici errati, ad es. lampada FH 28W con alimentatore elettronico per lampada FQ 54W.
Di conseguenza non è consentito applicare lamine alle lampade T 5 (modalità di funzionamento vietata).

Temperatura delle lampade fluorescenti
Espandere

Come si comporta una lampada fluorescente FQ a temperature comprese tra 80 e 120°C?

L'efficienza luminosa diminuisce drasticamente, in quanto gli alimentatori elettronici sono approvati per l'uso solamente fino a temperature ambiente di 50°C. Inoltre, in queste condizioni la temperatura limite ammessa per l'attacco è maggiore (per tutte le lampade FH e FQ max. 120°C), a seconda del tipo di apparecchio di illuminazione.

Tonalità di luce contro la crescita delle alghe in acquario
Espandere

Quale tonalità di luce è in grado di sopprimere la produzione di alghe in un acquario?

Per questa applicazione è raccomandata la tonalità di luce 11 (860).

Occorre comunque notare che sulla superficie dell'acqua non deve mai essere superato il valore di 100,000 Lux.

Tubo delle lampade fluorescenti
Espandere

Si può rimuovere il tubo delle lampade fluorescenti con colori della luce speciali?

Si consiglia di non farlo, in quanto durante questo processo la lampada può danneggiarsi.

Variazione del colore della luce con il dimming
Espandere

Come si verifica la variazione del colore della luce con il dimming? (T5)

La variazione del colore della luce si nota a malapena nelle applicazioni con lampade dimmerate a sospensione.

Durante il funzionamento ad esempio in apparecchi di illuminazione stretti o chiusi, la variazione del colore della luce sembra essere provocata da notevoli differenze di temperatura attorno alla lampada (per l'accumulo di calore che si verifica all'interno dell'apparecchio di illuminazione).

Variazione del colore della luce con il dimming delle lampade fluorescenti
Espandere

Il colore della luce varia quando le lampade fluorescenti vengono dimmerate?

Per il processo di comparazione dei colori OSRAM propone la lampada COLOR proof (5400 K) conforme alla norma D50.

LUMILUX, LUMILUX PLUS, LUMILUX PLUS ECO
Apparecchi di illuminazione con lampade T 5
Espandere

Di cosa si deve tener conto utilizzando le lampade T 5 negli apparecchi di illuminazione con più lampade?

La distanza tra le lampade deve essere di circa 32 mm. Le lampade devono essere montate in modo da disporre i lati che riportano la denominazione di tipo (stampigliatura) l'uno accanto all'altro.
Se fatte funzionare in verticale, le stampigliature devono trovarsi sul fondo.

Burn-in delle lampade T 5
Espandere

Le lampade fluorescenti T 5 (16 mm) devono essere sottoposte a burn-in?

Ai sensi della norma si consiglia un periodo di accensione di 100 ore in modo da stabilizzare completamente le nuove lampade in condizioni di pieno carico.

L 115W/20 SA
Espandere

Quali sono i dati delle lampade fluorescenti L 115W/20 SA?

Le lampade L 115W/20 SA sono dotati di una striscia conduttiva esterna, e vengono utilizzate principalmente per illuminare le celle frigorifere di stoccaggio merci. Essendo infatti lampade a performance elevate, esse possiedono ancora un rapporto temperatura/flusso luminoso accettabile per questo tipo di applicazione.
Oggi consigliamo la lampada T5 HO CONSTANT che possiede un elevato flusso luminoso anche a basse temperature, rendendola quindi idonea per queste applicazioni.

Lampade fluorescenti T 5 (16 mm)
Espandere

Perché per le lampade fluorescenti T 5 (16 mm) vengono indicati due valori di flusso luminoso?

Le lampade fluorescenti lineari T 5 (16 mm) del tipo FH e FQ raggiungono il massimo flusso luminoso alla temperatura ambiente della lampada di 35° C (-1 / 3 K), cioé alla temperatura risultante durante l'esercizio praticamente in tutti gli apparecchi di illuminazione per lampade fluorescenti. Di solito ciò si tramuta in una maggiore efficienza dell'apparecchio di illuminazione.
La norma IEC 60081 stabilisce in genere il flusso luminoso a 25 °C, in quanto questo (sulla base della lampada T8) ha la funzione di criterio progettuale e anche di base per le letture fotometriche. Di conseguenza il flusso luminoso viene stabilito ad una temperatura di 25°C a fini di progettazione e misurazione.

Lampade L 40W/...S, L 65W/...S
Espandere

Quali sono i principali valori caratteristici delle lampade L 40W/?S e L 65W/...S?

Originariamente le lampade L 40W/?S e L 65W/?S erano intese per funzionare sui dispositivi rapid start (RS), possono comunque essere utilizzate per far funzionare bobine d'arresto/accenditori. Le lampade vengono utilizzate nei vecchi impianti di illuminazione stradale con apparecchi di illuminazione senza o con un isolamento termico minimo, cioé ove vi siano frequentemente basse temperature ambiente. Esse vengono anche utilizzate in certi per lo più vecchi modelli di apparecchi di illuminazione in plastica.

Lampade T 5 colorate
Espandere

La gamma di prodotti OSRAM comprende anche lampade fluorescenti T 5 colorate?

Sì. Maggiori dettagli sono riportati nel catalogo generale. Le caratteristiche di esercizio delle lampade colorate sono identiche a quelle dei tipi di lampada normalmente utilizzate a fini di illuminazione nei colori corrispondenti, si dovrà quindi tener conto del funzionamento con un alimentatore elettronico e delle istruzioni di disposizione.

Lampade T 5 nell'illuminazione per esterni
Espandere

Le lampade fluorescenti T 5 (16 mm) possono essere utilizzate anche nell'illuminazione per esterni?

Originariamente le lampade T5 erano state messe a punto per gli interni, con un flusso luminoso ottimale per una temperatura interna di 35°C.
Per gli esterni, OSRAM propone la lampada speciale T5 HO CONSTANT che possiede un flusso luminoso ottimale > 90% persino per una temperatura interna di soli 5°C. A seconda della struttura della luce (per assicurare un elevato calore interno) è possibile ottenere un buon flusso luminoso anche a temperature sotto lo zero.

LUMILUX, LUMILUX PLUS, LUMILUX PLUS ECO
Espandere

Che differenza c'è tra i termini LUMILUX, LUMILUX PLUS, LUMILUX PLUS ECO riferiti alle lampade fluorescenti OSRAM?

LUMILUX è il marchio OSRAM per le lampade fluorescenti con Ra > 80. Nel corso del tempo, i diversi sviluppi della tecnologia di questa lampada sono stati distinti in PLUS o PLUS ECO: oggigiorno tutti i termini sono stati nuovamente riunificati nel marchio LUMILUX.

Posizione di illuminazione delle lampade T 5 (16 mm)
Espandere

Le nuove lampade fluorescenti T 5 (16 mm) possono essere utilizzate in qualsiasi posizione di illuminazione?

Sì, le lampade FH e FQ possono utilizzate in qualsiasi posizione di illuminazione. In genere gli apparecchi di illuminazione sono montati a soffitto oppure a sospensione, per cui questi possiedono una posizione di illuminazione orizzontale. Nei casi in cui le lampade o gli apparecchi di illuminazione vengano disposti in posizione verticale o ad angolo, le lampade devono essere inserite in modo che la designazione di tipo (stampigliatura) sia rivolta verso il basso (posizione più fredda, necessaria per ottenere un flusso luminoso ottimale in basso). Con gli alimentatori FC e le lampade circolari T 5, in caso di disposizione verticale l'attacco della lampade deve essere posizionato in basso.

Specifiche della lampada fluorescente L 33W
Espandere

Quali sono le specifiche della lampada fluorescente L 33W?

Questa lampada non fa più parte della nostra gamma.

Lampade fluorescenti compatte
Consuma elettricità al momento dell'accensione rispetto a quella durante il funzionamento continuo
Espandere

Una DULUX EL consuma più elettricità al momento dell'accensione rispetto a quella che consuma durante il funzionamento continuo?

Il consumo di energia elettrica al momento dell'accensione di una OSRAM DULUX EL non è superiore a quello che si verifica durante il normale funzionamento.

A momento dell'accensione si verifica in effetti il passaggio di un'intensità di corrente più elevata, in modo simile a quello che avviene nelle lampade ad incandescenza convenzionali, ma solo per una durata di circa 170 ms che non viene registrata dal contatore.

Frequenti accensioni/spegnimenti, quindi, non influenzano negativamente il consumo di energia elettrica.

Controllo dell'intensità luminosa delle lampade OSRAM DULUX EL
Espandere

E' possibile regolare le lampade a risparmio di energia DULUX EL?

Un controllo dell'intensità luminosa delle lampade OSRAM DULUX EL non è ammissibile e neppure possibile; le DULUX EL, ad esempio, non possono essere regolate con i dimmer di fase normalmente disponibili sul mercato.

  1. Le ragioni fondamentali sono:
    Il sistema di alimentazione elettronico integrato nella lampada contiene un raddrizzatore con condensatore di commutazione (Elko). Questo speciale condensatore è sempre caricato al valore più elevato della corrente alternata che, per definizione, modifica rapidamente il suo valore fino a raggiungere quello corrispondente al valore massimo di tensione di rete. Questa configurazione impedisce il funzionamento dei dimmer normalmente disponibili in commercio dato che questi danneggerebbero il condensatore Elko a causa del loro ripido gradiente di tensione.
  2. In genere i dimmer richiedono un carico minimo parecchie volte superiore a quello di una OSRAM DULUX EL per evitare che, anche quando sono accesi al massimo, gli elementi di commutazione non trovino sufficiente potenza di arresto e quindi si determini una condizione di inabilità caratterizzata da continui accensioni e spegnimenti. Questa condizione danneggia le lampade OSRAM DULUX EL fino a distruggerle e mette a rischio anche il dimmer.

OSRAM ha introdotto la possibilità di regolazione "programmata" con la DULUX EL VARIO.

Questa lampada a risparmio energetico consente di variare l'intensità luminosa senza bisogno di un dimmer esterno. Basta infatti spegnere la lampada e riaccenderla entro 3 secondi per ridurre la luminosità e il consumo di circa la metà.

Flusso luminoso di una DULUX EL da 20W
Espandere

Perché una DULUX EL da 20W sembra molto meno luminosa di una lampada ad incandescenza da 100W?

Se si confrontano i dati tecnici riprodotti sulle confezioni, il flusso luminoso di una DULUX EL da 20W è mediamente di 1200 lm, mentre quello di una lampada da 100W è 1380 lm. In termini strettamente matematici, una DULUX EL da 20W produce un flusso luminoso equivalente a quello generato da una lampada ad incandescenza da "87W".

Dato che non esistono lampade ad incandescenza con questo flusso luminoso, nei pittogrammi è stato adottato per semplicità il riferimento al flusso luminoso più vicino.

In questo modo gli utilizzatori possono valutare le prestazioni del prodotto.

Occorre anche tenere presente che le lampade fluorescenti compatte come le DULUX EL richiedono circa 2 minuti di accensione per emettere il flusso luminoso nominale.

Al momento dell'accensione il flusso luminoso di una DULUX EL da 20W è circa il 40%.

Occorre inoltre considerare che la DULUX EL è una lampada fluorescente compatta che ha caratteristiche illuminotecniche completamente diverse (distribuzione dell'intensità luminosa e tonalità di luce).

Se l'utilizzatore desidera avere una maggiore quantità di luce può passare alla successiva potenza disponibile (in questo caso la DULUX EL da 23W) e assicurarsi così una maggior quantità di luce e un significativo vantaggio economico.

Funzionamento delle lampade OSRAM DULUX EL in corrente continua
Espandere

Le lampade OSRAM DULUX EL possono funzionare in corrente continua?

Oltre al funzionamento alla normale tensione di rete, le lampade OSRAM DULUX EL LONGLIFE da 5W a 11W con attacco E27 e da 5W a 7W con attacco E14, ammettono il funzionamento in corrente continua con tensioni comprese tra i 176V e i 340V. Ciò significa, ad esempio, che le lampade OSRAM DULUX EL possono funzionare in ambienti interni con tensione 220/230V a batteria. Nel caso di alimentazione in corrente continua a 176V le lampade sono in grado di illuminare perfettamente un ambiente con temperature comprese tra i 5°C e i 50°C. In queste condizioni sono anche in grado di supportare sovratensioni in corrente continua fino a 340V. In caso di alimentazione a corrente continua, le lampade OSRAM DULUX EL attengono i propri valori nominali con una tensione CC di 310V. In caso di valori diversi di tensione di alimentazioni in corrente continua valgono gli scostamenti riportati nella tabella che segue.

Tabella 1: Dati elettrici e illuminotecnici relativi al funzionamento in corrente continua delle lampade DULUX EL

Tensione di alimentazione Potenza assorbita Flusso luminoso
310V DC 100% 100%
220V DC 70% 70%
180V DC 55% 55%
(*) = in percentuale

 

Le OSRAM DULUX EL da 7W a 11W sono in linea di principio utilizzabili anche per l'illuminazione di emergenza.

La norma CEI EN 60598-2-22 richiede un tempo di accensione inferiore ad un secondo per la maggior parte dei sistemi di illuminazione di emergenza. Di conseguenza, l'utilizzo di OSRAM DULUX EL è possibile solo per l'illuminazione di emergenza in circuito permanente dato che soltanto a caldo le lampade OSRAM DULUX EL hanno un tempo di riaccensione in corrente continua inferiore a un secondo. L'utilizzo in circuiti di accensione di emergenza standby (ad esempio con lampade che vengono accese solo in caso di mancata erogazione della tensione di rete) non è quindi possibile.

Tavola 2: Tempi di accensione tipici di una DULUX EL LONGLIFE da 11W (in secondi quando la lampada è fredda) nel funzionamento a tensione continua in funzione della variazione della temperatura (nel caso dei modelli da 5W e 7W i tempi praticamente raddoppiano)

Temperaturaambiente 176V DC 198V DC 220V DC 310V DC
0 ° 3,5 2,5 2,0 1,0
0 ° 3,0 2,0 1,5 1,0
23 ° 2,5 2,0 1,5 < 1,0
50 ° 2,0 1,5 1,0 0,5
(Tempo di riaccensione dopo un'ora di accensione/5 minuti di spegnimento: <1 sec.)

 

La sostituzione con lampade a risparmio di energia DULUX EL
Espandere

E' possibile e ha senso sostituire le lampade utilizzate nell'illuminazione di scale con lampade a risparmio di energia DULUX EL?

  • La sostituzione con DULUX EL LONGLIFE (o altre lampade fluorescenti compatte) ha senso solo se gli intervalli di commutazione non sono troppo brevi.
  • A temperatura ambiente, occorrono circa 2 minuti perché una DULUX raggiunga il flusso luminoso nominale e il suo spegnimento non dovrebbe avvenire prima che tale periodo di tempo sia trascorso.
  • Con un ciclo di 30 secondi di accensione e 150 secondi di spegnimento, una DULUX EL LONGLIFE è in grado di sopportare più di 500.000 accensioni nel corso della sua vita.
  • Un accorciamento significativo della durata si verifica solo se l'intervallo tra l'accensione e lo spegnimento è inferiore a 2 minuti, una situazione che nel caso d'illuminazione di scale può verificarsi frequentemente tra le 7.00 e le 9.00 del mattino e nel caso di accensione temporizzata.
  • In questi casi è bene passare al funzionamento continuo durante tali periodi in modo che non si generino condizioni capaci di ridurre la durata.

In alternativa è consigliabile utilizzare la DULUX EL FACILITY.

Ridurre le interferenze
Espandere

L'utilizzo di lampade a risparmio di energia genera radiointerferenze?

Queste lampade sono lampade a scarica con alimentatore elettronico che funziona a frequenza compresa tra i 30 e i 45 kHz a seconda del tipo di lampada. Questi alimentatori elettronici dispongono di filtri che assicurano la piena conformità ai limiti prescritti dalla normativa sulle interferenze elettromagnetiche.

La normativa di riferimento è la EN55015.

Pur nel rispetto della norma è comunque possibile che si verifichino interferenze di ricezione nelle antenne collocate in prossimità delle lampade (ad esempio nel caso di distanze inferiore ai valori compresi tra 1 e 3 metri nel caso delle onde lunghe). Tali interferenze sono dello stesso tipo che può essere generato ad esempio anche da computer e gadget elettronici utilizzati negli ambiente domestici e negli uffici.

Interventi possibili per ridurre le interferenze:

  • Aumentare la distanza tra lampada e antenna.
  • Nel caso di antenne in ferrite: ruotare l'antenna fino a quando non si identifica la posizione di minor interferenza.
  • Utilizzare ove possibile antenne esterne (la miglior soluzione, anche se spesso risulta impossibile da implementare).

Se le interferenze cavo risultano essere incompatibili con i dispositivi vicini, le cause sono da imputare alla inadeguatezza dei filtri di disaccoppiamento dei dispositivi ricevitori e non alle lampade OSRAM DULUX EL, dato che come abbiamo ricordato prima, queste lampade sono conformi alla normativa sulle le interferenze radio e sono quindi certificate CE.

Riduzione della durata nel caso di accensioni/spegnimenti frequenti
Espandere

Le accensioni e gli spegnimenti frequenti di una lampada DULUX EL portano ad una riduzione della durata?

Una riduzione della durata nel caso di accensioni/spegnimenti frequenti delle lampade fluorescenti si verifica solo con l'impiego di alimentatori convenzionali.

Le DULUX EL LONGLIFE dispongono di un alimentatore elettronico integrato nello zoccolo. Grazie a questi dispositivi elettronici regolati in funzione di un punto di accensione a caldo definito con estrema precisione, le DULUX EL LONGLIFE si accendono con grande gradualità. In questo modo possono essere accense e spente con la stessa frequenza con cui si potrebbe accendere e spegnere una lampada ad incandescenza con la sola limitazione di un intervallo di 2 minuti tra una riaccensione e l'altra, necessario per il raffreddamento del conduttore freddo.

I collaudi confermano che le DULUX EL LONGLIFE sono in grado di sopportare più di 500.000 accensioni senza effetti negativi sulla durata nominale. Queste lampada possono quindi essere utilizzate in ambiente domestico in qualunque applicazione senza che si produca una riduzione della loro durata.

Lampade fluorescenti scarica
Che cosa sono le lampade ad alogenuri metallici?
Espandere

Che cosa sono le lampade ad alogenuri metallici?

Sono lampade a scarica la cui tonalità di luce è determinata dalle terre rare presenti nel tubo di scarica. OSRAM è stata pioniera di questa tecnologia con la gamma POWERSTAR HQI.

Che differenza c'è tra lampade N ed NDL?
Espandere

Che differenza c'è tra lampade N ed NDL?

Le lampade NDL hanno un indice di resa dei colori maggiore di 85,
le lampade N, invece, hanno un indice di resa dei colori compreso tra 65-70

Che tipo di accenditore è previsto per le lampade HQI?
Espandere

Che tipo di accenditore è previsto per le lampade HQI?

Tutte le HQI necessitano di un accenditore per innescare l'arco (generalmente 3-5 KV). Va ricordato inoltre che tutte le lampade a scarica necessitano di un alimentatore per limitare la corrente di lampada.
 
La maggior parte delle lampade, inoltre, necessita di un accenditore in grado di produrre l'elevata tensione (3-5 kV) necessaria per l'innesco.

Come mai il flusso luminoso della HQI 400W/N diminuisce dopo circa 100 ore?
Espandere

Come mai il flusso luminoso della HQI 400W/N diminuisce dopo circa 100 ore?

Tutte le lampade HQI 400W/N hanno un riempimento di sodio-scandio e presentano una riduzione del flusso luminoso del 40% dopo 3.000 ore. Il fenomeno è causato dalle caratteristiche chimico-fisiche del filamento.

Come si comporta la potenza luminosa della lampada SOX dopo una riaccensione?
Espandere

Come si comporta la potenza luminosa della lampada SOX dopo una riaccensione?

L'intervallo di tempo prima di una nuova accensione dipende dalla costruzione della lampada e dalla sua temperatura.
In ogni caso, la piena potenza luminosa viene raggiunta dopo almeno 10 minuti.

Come si misura correttamente la potenza delle lampade NAV-TS?
Espandere

Come si misura correttamente la potenza delle lampade NAV-TS?

Misurando i valori di una lampada campione montata in un dispositivo (tubo al quarzo con chiusure laterali) che simula un apparecchio di illuminazione.

Come si può capire quando una lampada HQI è esaurita?
Espandere

Come si può capire quando una lampada HQI è esaurita?

Un primo segnale è dato dal cambiamento della tonalità di luce, che tende al verde. Un'altra indicazione è fornita dal fatto che la lampada si spegne per riaccendersi dopo 5-10 minuti.

Come si può evitare che i colori sbiadiscano quando si utilizzano lampade HQI in uno showroom?
Espandere

Come si può evitare che i colori sbiadiscano quando si utilizzano lampade HQI in uno showroom?

La maggior parte dei colori dei tessuti non solo reagisce alla luce UV, ma anche alla luce visibile. Il solo modo di minimizzare questo effetto è quello di ridurre il tempo di esposizione e di utilizzare uno speciale filtro anti UV (per esempio UVILEX 390 della DESAG). Le nuove lampade HQI UVS (UV-Stop) sono studiate proprio per ridurre l'effetto scolorimento e raggiungono lo stesso grado di protezione di una HQI standard con filtro UVILEX.

Dopo quanto tempo dallo spegnimento è possibile riaccendere una lampada NAV - a vapori di sodio ad alta pressione?
Espandere

Dopo quanto tempo dallo spegnimento è possibile riaccendere una lampada NAV - a vapori di sodio ad alta pressione?

  • L'intervallo di tempo che deve trascorrere prima di una nuova accensione dipende dalle caratteristiche costruttive della lampada e dalla sua temperatura.
  • Nel caso di applicazioni "narrow lighting" è necessario aspettare 10 -15 minuti, nel caso di applicazioni "large volume lighting", le lampade si possono riaccendere già dopo 8-10 minuti circa.
  • In ogni caso, la piena potenza luminosa viene raggiunta dopo almeno 10 minuti.
E' possibile ridurre la potenza luminosa delle lampade VIALOX - NAV (a vapori di sodio ad alta pressione)?
Espandere

E' possibile ridurre la potenza luminosa delle lampade VIALOX - NAV (a vapori di sodio ad alta pressione)?

Un riduzione della potenza nominale fino al 50% - senza riduzione delle ore di funzionamento - è possibile con i modelli da 100W fino a 400W. Occorre però tener presente che con le lampade al sodio ad alta pressione:

  • Il rendimento luminoso a potenza ridotta varia di poco.
  • Il colore della luce diventa più giallo, quindi la resa dei colori peggiora.
  • La prima accensione va sempre eseguita a potenza nominale.
Esiste una sorgente luminosa a basso consumo adatta alla coltivazione commerciale delle piante?
Espandere

Esiste una sorgente luminosa a basso consumo adatta alla coltivazione commerciale delle piante?

Sì, raccomandiamo:
NAV-T 400 e 600W SUPER,
PLANTA-T 400 e 600W

Il vetro delle lampade al sodio ad alta pressione può essere considerato riciclabile?
Espandere

Il vetro delle lampade al sodio ad alta pressione può essere considerato riciclabile?

No, in quanto la parte in ceramica (A1203) introdurrebbe troppe impurità sulle pareti della camera di combustione nella quale il vetro viene fuso.
Queste lampade possono essere riciclate al 100% solo attraverso processi ad alta temperatura per la produzione di materiali per l'industria edilizia e del cemento.

In presenza di vibrazioni continue, è possibile utilizzare le lampade a scarica a bassa ed alta pressione?
Espandere

In presenza di vibrazioni continue, è possibile utilizzare le lampade a scarica a bassa ed alta pressione?

In caso di brusche sollecitazioni l'arco della scarica potrebbe interrompersi e la lampada, di conseguenza, potrebbe spegnersi.
 
In presenza di vibrazioni continue le lampade devono essere montate in modo da essere isolate dalle vibrazioni stesse.

Le lampade ad alogenuri metallici HQI sono sensibili alle vibrazioni?
Espandere

Le lampade ad alogenuri metallici HQI sono sensibili alle vibrazioni?

In tutte le lampade a scarica, urti e bruschi spostamenti possono interrompere la scarica provocando così lo spegnimento delle lampade.

Di conseguenza, in presenza di vibrazioni continue, le lampade devono essere montate in modo da essere isolate dalle vibrazioni stesse.

Le lampade HCI sono provviste di un bulbo esterno UV-Filter?
Espandere

Le lampade HCI sono provviste di un bulbo esterno UV-Filter?

Sì, tutte le lampade HCI sono provviste di un bulbo esterno UV-Stop che riduce drasticamente l'emissione di UV.
(Attenzione: l'apparecchio di illuminazione deve essere comunque dotato di vetro di protezione ma non di filtro UV).

Le lampade HQI possono essere riaccese a caldo?
Espandere

Le lampade HQI possono essere riaccese a caldo?

Tutte le lampade HQI-TS possono essere riaccese a caldo utilizzando uno speciale accenditore.

Da notare che l'accensione a freddo delle lampade HQI, richiede parecchi minuti di riscaldamento.

Le lampade HQI-E e T non possono essere riaccese a caldo

Qualche anno fa si trovava in commercio una lampada NAV da 70W/E/ ECO priva di mercurio. E' ancora disponibile?
Espandere

Qualche anno fa si trovava in commercio una lampada NAV da 70W/E/ ECO priva di mercurio. E' ancora disponibile?

No, la produzione è cessata. Sul piano funzionale è attualmente sostituita dalla NAV 70W.

Qual è il comportamento, in termini di potenza luminosa, delle lampade HQI, NAV e HQL alle basse temperature?
Espandere

Qual è il comportamento, in termini di potenza luminosa, delle lampade HQI, NAV e HQL alle basse temperature?

Il comportamento di tutte le lampade a scarica ad alta pressione è indipendente, per quanto riguarda le caratteristiche illuminotecniche, dalle temperature esterne, comprese quelle al di sotto dello zero. Per questo motivo sono adatte all'illuminazione di esterni.

Qual è l'impiego ideale delle lampade HCI?
Espandere

Qual è l'impiego ideale delle lampade HCI?

Le lampade HCI sono utilizzate in tutti i luoghi nei quali è richiesto un alto grado di stabilità della tonalità di luce e della resa dei colori, ad esempio nei negozi (in particolare di abbigliamento), in gallerie, musei, … ecc

Qual è la resistenza alle accensioni di una lampada SOX a vapori di sodio?
Espandere

Qual è la resistenza alle accensioni di una lampada SOX a vapori di sodio?

Bassa. Le lampade a scarica a bassa pressione sono indicate per il funzionamento continuo e non per accensioni e spegnimenti frequenti.

Quali vantaggi offrono le lampade HCI?
Espandere

Quali vantaggi offrono le lampade HCI?

Rispetto alle lampade ad alogenuri metallici convenzionali le lampade HCI con tubo di scarica in ceramica hanno:

  • Maggiore efficienza luminosa (+ 20%)
  • Tonalità di luce uniforme (aberrazione cromatica di ± 150K, fino a max. ± 200K al termine della durata della lampada)
  • Migliore resa dei colori
Riconoscere/differenziare i colori nel caso di illuminazione
Espandere

E' possibile riconoscere/differenziare i colori nel caso di illuminazione con lampade a vapori di sodio a bassa pressione?

No, non è possibile in quanto viene emessa solo luce monocromatica a 590 nm!

Si possono sostituire le lampade HCI con lampade HQI ?
Espandere

Si possono sostituire le lampade HCI con lampade HQI ?

Sì, ma vi sono delle eccezioni. Informazioni più dettagliate sono contenute nella pubblicazione tecnica dedicata alle POWERSTAR HCI.

Si può regolare il flusso luminoso delle lampade HQI?
Espandere

Si può regolare il flusso luminoso delle lampade HQI?

No, il flusso luminoso delle lampade HQI non è regolabile. Infatti, riducendo la potenza, le lampade HQI spostano il loro punto di funzionamento alterando alcune caratteristiche importanti dell'arco di scarica. Se si effettuano regolazioni sulle lampade HQI, contravvenendo all'avvertenza, ciò avviene a proprio rischio, dato che la garanzia del prodotto, in questo caso, non è più valida. Per informazioni dettagliate si veda la pubblicazione OSRAM TI 107 T 03D (in lingua tedesca).

Si può regolare il flusso luminoso delle lampade NAV?
Espandere

Si può regolare il flusso luminoso delle lampade NAV?

Sì, ma solo fino a un massimo del 50 % della potenza nominale (nel caso di funzionamento ai valori nominali, ovvero al 100% della loro efficienza!)

Temperatura limite del sistema di accensione
Espandere

Fino a quali temperature sotto lo zero le lampade NAV possono essere accese in sicurezza senza un sistema di accensione interno?

In teoria, non esiste un limite inferiore. Tecnicamente invece, non si può scendere al di sotto dei -50°C, la temperatura limite del sistema di accensione della BAG-Turgi.

Old types
Lampada L 33W
Espandere

La lampada L 33W è l'antesignana delle lampade fluorescenti T 12 (38 mm), e si ritrova ancora oggi negli impianti più vecchi per la sua lunghezza totale. Quali sono i dati principali di questo tipo di lampada?

Livello di potenza 33 W
Corrente 0,572 A
Tensione 63,5 V
Colore della luce 25
Flusso luminoso 1.650 lm
Lunghezza 740 mm
Diametro 38 mm
Attacco G13
Starter ST 151

 

Modalità di funzionamento: collegamento in serie di due lampade sull'alimentatore convenzionale per una lampada L 65W e 2 ST 151, oppure funzionamento singolo con due alimentatori convenzionali per una lampada L 65W e un ST 151 collegati in parallelo.

Lampade L 40W/...SA, L 65W/...SA
Espandere

Quali sono i principali valori caratteristici delle lampade L 40W/...SA e L 65W/...SA con striscia conduttiva esterna?

Queste lampade con striscia conduttiva esterna sono le antesignane delle lampade fluorescenti T 12 (38 mm), e vengono ancora utilizzate nei vecchi impianti ancora esistenti, di norma in zone con temperature ambiente basse o inferiori allo zero (ad es. nelle celle frigorifere di stoccaggio merci). Le lampade con striscia conduttiva esterna vengono utilizzate di preferenza nei cosiddetti circuiti a doppia risonanza, anche se il loro funzionamento è possibile anche con una bobina e uno starter (ST 111).

Vecchi tipi di lampade L 25W, L 42W
Espandere

Le lampade fluorescenti L 25W (970 mm) del diametro di 38 mm o le L 42W (1.047 mm) si ritrovano nei vecchi impianti di illuminazione. Come si chiamano i nuovi tipi della stessa lunghezza?

Con l'introduzione delle lampade fluorescenti T 8 (26 mm), i modelli principali delle lampade T 12 (38 mm) sono stati sostituiti dalle lampade T 8 (26 mm); lo stesso vale per i tipi dalle cosiddette lunghezze speciali. In questo caso è data la piena sostituibilità, in quanto la lunghezza, i dati elettrici e gli accessori sono gli stessi.

V e c c h i o t i p o Sostituito da
L 42W (1.047 mm) L 38W (1.047 mm)
L 25W (970 mm) L 23W (970 mm)

 

I dati elettrici e luminosi delle lampade 23W e 38W sono riportati nel catalogo OSRAM Lighting program.

OSRAM Sitemap

OSRAM Copyright

© 2014, OSRAM GmbH. Tutti i diritti riservati
LED Floater Headline