Alimentatore elettronico

General

Cavi schermati sul lato secondario

Espandere

I cavi schermati sul lato secondario riducono le interferenze radio?

No, i cavi schermati non possono ridurre le interferenze, in particolare le interferenze radio di potenza.

Misurazione della tensione di uscita

Espandere

Com'è possibile misurare la tensione di uscita del trasformatore?

L'apparecchio di misurazione della tensione secondaria deve consentire la misurazione del valore effettivo, e possedere una larghezza di banda > 500 kHz (-3 dB). Apparecchi di misurazione di altro tipo forniscono valori errati. Poiché con il segnale di uscita si verificano frequenze elevate, è possibile effettuare una misurazione affidabile solo con un apparecchio idoneo.

HALOTRONIC

Commutazione o dimming sul lato secondario

Espandere

Le lampade alogene possono essere commutate sul lato secondario?

Non è consentito commutare o dimmerare le lampade HALOTRONIC sul lato secondario.

Comportamento con carico parziale per quanto riguarda la tensione secondaria

Espandere

Come si comportano i trasformatori elettronici per quanto riguarda la tensione di uscita con carico parziale?

Rispetto ai trasformatori tradizionali, i trasformatori elettronici possiedono un ottimo comportamento con i carichi parziali all'interno dell'intervallo di potenza dichiarato. In questo caso la tensione di uscita è più o meno costantemente inferiore a 12 V per una sollecitazione nominale.

Coppie di morsetti terminali

Espandere

Poiché i trasformatori HALOTRONIC possiedono 2 o 3 coppie di morsetti terminali sul lato secondario, è possibile trasmettere l'intero carico con una sola coppia di morsetti terminali?

Sì: ciascuna coppia di morsetti terminali è stata messa a punto per l'intero carico (valore della corrente).

Designazione SELV

Espandere

Che cosa indica la designazione SELV sui trasformatori HALOTRONIC?

SELV è l'acronimo di "Safety Extra Low Voltage" (bassa tensione di sicurezza). La bassa tensione di sicurezza deve essere generata in assenza di potenziale, cioé senza collegamento a terra e senza allacciamento ai circuiti elettrici con altri valori di tensione.

I trasformatori HALOTRONIC di OSRAM possiedono una separazione galvanica sicura, e la forza dielettrica tra il lato primario e quello secondario viene testata con una tensione di 4 kV su ciascun dispositivo.

Dimming

Espandere

I trasformatori HALOTRONIC sono dimmerabili?

Sì, i trasformatori HALOTRONIC possono essere dimmerati con tutti i variatori di fase fronte di discesa.
Gli HTM 70, 105 e 150 possono essere dimmerati con variatori di fase fronte di salita (per carichi induttivi) e variatori di fase fronte di discesa.

Dimming tramite interfaccia 1…10 V

Espandere

È possibile dimmerare i trasformatori HALOTRONIC tramite l'interfaccia 1...10 V?

Sì, insieme al modulo HT 1-10 DIM. Ad una temperatura ambiente max. di 45°C il carico massimo per il trasformatore collegabile a un modulo di questo tipo è di 700 W, mentre a 40°C il valore aumenta a 750 W.

Maggiori informazioni su altri moduli e sul circuito sono riportate nel catalogo OSRAM "Lighting Programme".

Distanza tra i cavi

Espandere

Qual è la massima distanza consentita tra i cavi del trasformatore HALOTRONIC e la lampada o le lampade?

Per motivi di sicurezza del funzionamento, i cavi non devono avere una lunghezza superiore a 2 m sul lato secondario. In casi estremi l'apparecchio può subire un'avaria. Inoltre non è garantita la soppressione delle interferenze degli apparecchi.

È quindi possibile installare le luci entro una circonferenza del diametro di 4 m attorno al trasformatore elettronico. Se non è proprio possibile evitare l'installazione di cavi più lunghi, è possibile configurare l'impianto solamente con trasformatori tradizionali e con cavi di sezione trasversale corrispondente (almeno 4 mm²).

Forma della tensione secondaria

Espandere

Quale forma assume il segnale di uscita di un trasformatore elettronico?

Esso assume la forma di una corrente alternata con un valore effettivo < 12 V per una sollecitazione nominale. Il segnale è molto complesso (alta frequenza con modulazione di fase e di frequenza).

Frequenza di esercizio

Espandere

Con quale frequenza funzionano i trasformatori HALOTRONIC di OSRAM?

A seconda del tipo, la frequenza di esercizio dei trasformatori HALOTRONIC è compresa tra i 32 e i 70 kHz. Qui di seguito un elenco di alcuni valori:

Tipo di trasformatore Frequenza di esercizio
HTi DALI 150 ca. 20-35 kHz
HT 120 LF ca. 50 kHz
HT 70 L ca. 45 kHz
HT 105 L ca. 32 kHz
HT 150 L ca. 35 kHz
HT 210 L ca. 35 kHz
HTM 70 ca. 48 kHz
HTM 105 ca. 40 kHz
HTM 150 ca. 35 kHz
HTN 75 ca. 50 kHz


Nonostante vengano indicate le frequenze di base per ciascun caso, la gamma completa è molto più ampia.

Interruttore automatico

Espandere

Quanti trasformatori HALOTRONIC è possibile collegare ad un interruttore automatico di protezione?

Il numero di apparecchi collegabili dipende tra l'altro dal tipo di interruttore automatico di protezione adottato e dal carico. Di norma accade che con un trasformatore elettronico, la corrente transitoria in eccesso sia inferiore rispetto al caso di un alimentatore elettronico, in quanto quest'ultimo non dispone di una memoria del condensatore nel circuito di ingresso; ciò si traduce in una corrente altissima, sebbene di brevissima durata. L'elenco qui di seguito contiene esempi relativi al numero massimo consentito di trasformatori HALOTRONIC per un interruttore automatico N da 16 A (B16) con caratteristica di intervento B:

Trasformatore HT 70 L HT 105 L HT 150 L HT 210 L HT 120 LF HTN 75
Numero 59 31 22 11 21 53


Trasformatore HTM 70 HTM 105 HTM 150
Numero 59 38 26


Per maggiori dettagli consultare il catalogo OSRAM "Lighting Programme".

Linee di rete

Espandere

È possibile collegare ad anello le linee di rete ai trasformatori HALOTRONIC?

Quattro alimentatori della serie HT... L e gli alimentatori HTM 150 e HT 120 LF offrono questa possibilità. È possibile collegare ad anello una corrente max. di 16 A.

Sezioni trasversali dei cavi

Espandere

Quali sezioni trasversali devono possedere i cavi dei trasformatori HALOTRONIC sul lato lampada?

Per ridurre al minimo il rischio di caduta di tensione, si consigliano cavi di sezione trasversale pari a 1,5 mm². I cavi devono essere posati vicini e paralleli, oppure intrecciati. In queste condizioni, la caduta di tensione all'estremità di un cavo da 2 m per un apparecchio con frequenza di esercizio pari a 40 kHz ed un carico costante della lampada pari a 100 W è di circa 0,8 V, mentre con un cavo di 1 m il valore è pari a circa 0,3 V. Ciascuna lampada deve essere alimentata singolarmente (ognuna con il proprio cavo di alimentazione).

Temperature

Espandere

Quali sono le temperature critiche per i trasformatori HALOTRONIC? Esistono valori limite superiori?

Le informazioni corrispondenti (valori limite) per i singoli trasformatori sono stampate sull'involucro, e indicano i valori per ta e tc. Questi valori sono importanti ai fini della sicurezza, che è garantita solo se essi vengono rispettati. Il valore ta indica la massima temperatura ambiente (in condizioni standardizzate) consentita per il trasformatore, e non deve essere superato durante il funzionamento. Il valore tc (temperatura dell'involucro) è il massimo valore consentito in corrispondenza del punto di prova (indicato da un cerchio) sull'involucro del trasformatore. Per il funzionamento sicuro e la vita utile del trasformatore, non è consentito superare la temperatura tc in condizioni termiche sfavorevoli dell'applicazione in questione.
Esempio: apparecchio HTM 150

max. ta consentita 45°C
max. tc consentita 80°C

In caso di situazioni critiche si dovrà effettuare, se possibile, una misurazione in corrispondenza del punto tc. Se l'apparecchiatura è installata a incasso nel soffitto, si dovrà lasciare un ampio spazio tra l'apparecchio e il/i trasformatore/i per permettere il disaccoppiamento termico.

Tensione secondaria

Espandere

Quale livello raggiunge la tensione secondaria dei trasformatori HALOTRONIC?

La tensione secondaria dipende dal tipo di trasformatore, dalla tensione di alimentazione e dal consumo di corrente delle lampade collegate. Quando è ai valori nominali, la tensione secondaria è sempre inferiore ai 12 V. Anche nel caso di un guasto alla lampada nell'impianto di illuminazione, non si verificano valori critici di tensione per la(e) lampada(e) restanti, in quanto i trasformatori elettronici possiedono un ottimo comportamento con i carichi parziali rispetto alle alternative tradizionali. Per maggiori dettagli consultare il catalogo OSRAM "Lighting Programme".

Trasformatori in corrente continua

Espandere

Quali trasformatori elettronici di OSRAM possono funzionare anche in corrente continua, ad esempio negli impianti di illuminazione d'emergenza che utilizzano una batteria centrale?

I trasformatori elettronici utilizzati per questo tipo di applicazione devono essere idonei sia per la corrente alternata (CA) che per la corrente continua (CC). Gli apparecchi HT 70 L, HT 105 L, HT 150 L e HT 210 L sono idonei per essere utilizzati in corrente continua all'interno dell'intervallo di tensione nominale e, sotto questo aspetto, sono anche verificati VDE. L'intervallo di tensione consentito in corrente continua è compreso tra 207 e 244 V. Ciononostante, poiché le funzioni elettroniche di arresto che proteggono l'apparecchio dal sovraccarico, dal surriscaldamento e dai cortocircuiti sono valide solamente per la corrente alternata, in tali casi l'apparecchio può danneggiarsi se funzionante in corrente continua.

Variatori

Espandere

Quali variatori possono essere utilizzati con i trasformatori HALOTRONIC?

I consueti variatori seguono il principio di fase fronte di salita o quello di fase fronte di discesa. A seconda del tipo di trasformatore, per i trasformatori elettronici si possono prendere in considerazione variatori di fase fronte di salita o variatori di fase fronte di discesa, con una predominanza dell'uno o dell'altro tipo a seconda del relativo Paese (ad es. in Germania vengono utilizzati maggiormente i variatori di fase fronte di discesa).
I variatori e i trasformatori elettronici riportano un pittogramma formato da un rettangolo contenente una rampa e uno o più caratteri alfabetici. I variatori di fase fronte di salita per i carichi induttivi riportano la lettera L, i variatori di fase fronte di discesa la lettera C; e utilizzano la stessa disposizione di lettere anche per gli specifici trasformatori elettronici. Per il funzionamento regolare del sistema variatore-trasformatore è importante che almeno una lettera coincida sia sul variatore che sul trasformatore, ad es. un trasformatore HT...L che reca la lettera C può funzionare con un variatore che reca la lettera C.

Per i variatori di fase fronte di discesa, il simbolo corrispondente nel pittogramma è la lettera C
HT 70 L, HT 105 L, HT 150 L, HT 210 L, HT 120 LF
HTM 70, HTM 105, HTM 150
HTN 75

Per i variatori di fase fronte di salita invece, il simbolo corrispondente nel pittogramma è la lettera L
HTM 70, HTM 105, HTM 150

La serie di trasformatori HTM reca le lettere L e C, vale a dire che può essere abbinata a entrambi i tipi di variatore

Nota: lo sfarfallio di una lampada è quasi sempre il segnale di una combinazione apparecchio/variatore non idonea. È quindi importante evitare l'esercizio con un variatore non adatto, in caso contrario l'apparecchio può guastarsi.

Vita utile

Espandere

Qual è la durata media dei diversi trasformatori HALOTRONIC?

Quando si stabilisce la durata media dei trasformatori HALOTRONIC, si presume che la temperatura del dispositivo al valore di prova tc non superi i valori massimi consentiti durante il funzionamento.

I seguenti valori di durata media si riferiscono ai singoli tipi di dispositivo, sulla base di una percentuale di guasti del 2% max. ogni 10.000 ore.

Gamma di dispositivi HT...L, dispositivo HT 120 LF 50.000 ore
  HTM / HTN 30.000 ore

 

La sostenibilità in OSRAM

Progetti OSRAM

Straordinari progetti in tutto il mondo.
© 2017, OSRAM GmbH. Tutti i diritti riservati
LED Floater Headline